2018 N.4: RICCARDO GUARNERI "Variazioni del sentire" Novembre-Dicembre 2018 Palazzo Sarcinelli Conegliano

Riccardo Guarneri, Studio Firenze.

Non si tratta di una luce atmosferica, di una luce-ambiente, né di uno spazio prospettico, a fughe di camera ottica. Il problema è sostanzialmente diverso: esso verte su dati di mera figuratività e si basa su una luce e uno spazio mentali, sorretti e governati da una tessitura geometrica […]. Guarneri  propone soluzioni costruttive le cui scansioni siano graduate sulla luce e dove il tracciato geometrico non sia ripartizione di aree disposte in alternativa, ma agisca da guida agli spostamenti dei chiari opalescenti: tutto è lieve, chiaro, senza scosse, ed esatto, preciso, deciso. Quadrati, rettangoli, rombi si insediano con minimi decentramenti in un'impaginatura per altro rigorosa e le fluente luminose ne seguono con qualità proprie l'andamento palpitante mediante attenta pertinenza. Ne viene così un concorrere di movimenti che ritma una dinamica lenta ma tale da pervadere fino al limite della superficie del quadro. Ciò appare tanto meglio raggiunto nelle opere recenti, laddove il cedimento verso un estenuato sensibilismo, sempre in agguato, è quanto meno arrestato per via della maggiore strutturazione dell'insieme. Mentre qualche tempo fa il contesto del dipinto minacciava quasi di sfarsi in una levità luminescente e incerta dei suoi confini, sorta di nebbia indistinta, adesso si determina in settori formali di sicuro imperio ed il colore che tinge l'invadenza della luce assume funzione meno generica.

 

Tratto da: Umbro Apollonio, scritto in occasione della mostra alla galleria Il Bilico, Roma, novembre 1965.

2013 Toni accesi poi attenuati

2013 Toni accesi poi attenuati

Codice 2013 Toni accesi poi attenuati
Tecnica Acquarello e Tecnica mista su tela
Dimensioni Dimensioni 95x120cm
Anno Anno 2013
Numerazione  
Note

Autentica dell'artista su fotografia.

Opera esposta e pubblicata nel catalogo Riccardo Guarneri "Variazioni del sentire" Palazzo Sarcinelli Conegliano.

 
Oltrearte Associazione Culturale
tel. 338.270.5193